Per poter operare con i Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR) comunemente chiamati Droni, in Italia bisogna ottemperare al regolamento emanato dall’ENAC, in vigore da aprile 2014, ed essere in possesso delle relative autorizzazioni.

Tra i requisiti più importanti bisogna essere in maggiore età, possedere un certificato medico di seconda classe, aver frequentato un corso teorico certificato Enac, utilizzare un SAPR con le rispettive certificazioni richieste e aver superato un test pratico per l’equivalente SAPR.

A seguito di tutti questi requisiti, DRONE REPORTAGE risulta tra i primi 80 approvati da Enac per le operazioni “non critiche” dal 2014 e tra i primi 30 per le operazioni “critiche” in presenza di persone e sopra agglomerati urbani dal 2015 oltre ad avere i mezzi cosiddetti “inoffensivi” per volare sopra le persone in sicurezza e a norma di legge.Gli operatori riconosciuti sono individuabili nel sito dell’ENAC (clicca link).

Per quanto riguarda le aree di traffico aereo controllato in prossimità di aeroporti (ATZ) o zone sensibili di spazio aereo interdetto (es. aree “P”), DRONE REPORTAGE provvede ad adempiere alle richieste per ottenere le autorizzazioni necessarie al sorvolo all’interno di queste aeree rispettando le tempistiche burocratiche (es. ATZ 45 gg). Sarà ns. cura verificare la tipologia di ogni spazio aereo in cui viene richiesto il nostro servizio.

Drone Reportage è inserita nell’elenco degli Operatori abilitati ENAC sia con droni inoffensivi che con droni di peso superiore ai 300gr in scenari critici s1. 

Condividi: